European Social Week | Semaine Sociale Européenne | Europäische Soziale Woche | Settimana Sociale Europa | Semana Social Europa

Print this Print this

Programma

Giovedì 14 Febbraio

13:00 Pranzo

15:00 Accreditamento

16:00 Apertura della 7° Settimana Sociale Europea

Discorso di benvenuto Herbert Metzger, presidente della 7° Ssettimana Sociale Europea  

Luc Van den Brande, presidente del centro europeo per le richieste dei lavoratori

 

Don Massimiliano Sabbadini, presidente Fondazione Luigi Clerici

Carlo Costalli, Presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL)

 

 

16.45 In quale direzione si sta sviluppando l’Europa socialmente? Enrico Letta, presidente dell’istituto Notre Europe e ex primo ministro Italia

 

17: 30 Europa: come uscire dalla crisi sociale Marianne Thyssen, Commissario europeo per l’occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori (Videomessaggio)  

Claude Rollin, Membro del Parlamento Europeo (EVP, Partito Popolare Europeo) e Ex-Segretario Generale del Sindacato belga CSC-ACV

19:30 Conclusione della prima giornata

20:00 Rinfresco, seguito da cena

Venerdì 15 Febbraio

9:00 Discorso di benvenuto: Dott. Paolo Cesana, Direttore Fondazione Luigi Clerici

Apertura dei lavori: Presidente della sessione Björn van Heusden, Segretario Esecutivo dell’Organizzazione Mondiale Dei Lavoratori (WOW)

Nuovo lavoro: quali saranno i cambiamenti imminenti nel mondo del lavoro?

Nei prossimi anni cambiamenti tecnologici fondamentali lasceranno la loro impronta nel mondo del lavoro. Ci sarà lavoro per tutti? Qual è il lavoro che si adatta agli esseri umani? Quali opportunità di cooperazione e di cogestione di questi cambiamenti hanno i lavoratori? In che modo il progresso tecnologico può contribuire nel conciliare vita familiare e lavoro? Cosa significa orario di lavoro quando lavoro da casa? Quale formazione e istruzione è necessaria per mantenermi idoneo all’impiego? Quali sono gli effetti dei cambiamenti nel sistema di sicurezza sociale? Quali sono i diritti del lavoro a livello nazionale ed europeo?

 9.15 Ci sara’ ancora lavoro per tutti?
John Hurly,
Eurofound Dublino    

 

10.00 Il futuro del lavoro
Prof. Emmanuel Agius,
Membro del Gruppo Europeo per l’Etica in Scienza e Nuove Tecnologie (EGE) e Decano del Dipartimento di Teologia dell’Università Malta

11:00 Pausa

11:30 Digitalizzazione dell’economia e del lavoro

Elke Hannak,
Vicepresidente della Confederazione Sindacale Tedesca (DGB)

12:15 Dibattito

13:00 Pranzo

14:00 Sessione Pomeridiana Apertura dei lavori: Presidente della sessione
Jan Van Peteghem, Professor emeritus HIVA, Catholic University

Situazione attuale e nuove sfide per il dialogo sociale Le possibilità tecnologiche per strutturare il lavoro sono un dato di fatto. Ma com’è la realtà per i dipendenti? Il dialogo sociale è uno strumento importante per la partecipazione dei dipendenti nello sviluppo del mondo del lavoro e oltre. Per questo, devono essere create precondizioni strutturali che rendano possibile un’efficace partecipazione di tutte le parti coinvolte. Chi deve contribuire ed in che termini, affinché il dialogo sociale sia efficace ed efficiente. Come possiamo contribuire noi stessi?

14.15 Introduzione: Jan Van Peteghem

Situazione attuale del dialogo sociale – partecipanti: Vessiliu Mitov, Podkrepa Bulgarien  

Piotr Duda, Solidarnosc Polen

 

Joacquím Pérez da Silva, USO Spanien  

Joseph Thouvenel, CFTC Frankreich

 

  Marie-Hélène Ska, CSC-ACV

Luigi Sbarra, CISL Italien

16:00 Pausa

16:30 Dibattito Sessione conclusiva: Jan Van Peteghem

18:30 Visita di Milano

Sabato 16 febbraio

9.00 Apertura lavori: presidente della sessione
Sigrid Schraml, Segretario Generale EZA

Un nuovo ordine sociale europeo

La distribuzione di beni tra le persone in Europa, e tra le persone in generale, è decisamente iniqua. Questo riguarda il lavoro, il reddito, la ricchezza e quindi il benessere delle persone. A causa di ciò, nemmeno le opportunità di partecipazione sociale sono distribuite equamente. La politica e le forze democratiche della società devono elaborare reali soluzioni solidali. Allo stesso tempo, la riduzione di povertà e di disuguaglianza può restituire fiducia nelle competenze di coloro che prendono decisioni. Questa è una condizione importante per lo sviluppo democratico delle nostre società.

9.15 Mons. Antoine Hérouard,
Vescovo suffraganeo di Lille e Presidente della commissione sociale della COMECE, la Commissione delle Conferenze dei Vescovi della Unione Europea

9:45 Prof. Bea Cantillon,
Direttore del Centrum voor Sociaal Beleid Herman Deleeck (Belgio)

Dibattito

10:30 Pausa

11.00 visione politica sul futuro dell’europa
Jean Claude Juncker
, Presidente Commissione Europea (Videomessaggio)

12:00 Chiusura 7° Settimana Sociale Europea:
Jerome Vignon
Ex-Presidente delle Settimane Sociali Francesi

12:45 Conclusione Herbert Metzger,
Presidente della Settimana Sociale Europea

13:15 Pranzo